Zegna Baruffa Poodle

All'evamento Zegna Baruffa Poodle Biella, Nord Italia

Barboncino: i 5 colori riconosciuti dallo Standard di razza

5 colori del Barboncino, quali sono?

I colori della razza: Barbone

Benvenuti e benvenute nella nostra Area Blog con le migliori informazioni sul Barboncino. Zegna Baruffa Poodle è un allevamento di Barboncino al Nord Italia (dopo aver letto puoi vedere il sito dal link in verde) che seleziona il Barbone Toy. Oggi insieme, andiamo a scoprire i 5 colori riconosciuti in Italia dallo standard di razza. Ma cos’è lo Standard? Lo Standard è una descrizione accurata della razza, in questo caso del Barbone, e ne descrive caratteristiche fisiche e caratteriali di un soggetto “cane” Ideale. E’ una linea importante a cui ogni allevatore deve attenersi e far riferimento. Oggi in questo veloce post, andiamo ad elecare i colori ufficiali del Barbone o Barboncino per quanto riguarda l’Italia e l’Enci.

I 5 colori del Barboncino:

5 colori del Barboncino, quali sono?

In origine e quindi molti anni fa, i colori del Barbone riconosciuti dall’Enci erano solo il BIANCO, IL NERO E IL MARRONE. Oggi, questo vale per ogni taglia dal barbone di Grande Mole a quello Toy chiamato spesso barboncino Toy (qui ne parliamo), le variazioni sono 5.

Nel 1964 venne riconoscito il grigio (Silver). Nel 1976 il color albicocca e nel 2004 il rosso. Solo nel 2016 i colori albicocca e rosso, molto simili, vennero raggruppati in un’unica colorazione: IL FULVO. Questa fu una decisione necessaria vista la confusione e per evitare le difficoltà nel distinguere un colore albicocca da un red (Rosso). Quindi ad oggi, i colori ufficiali del Barbone e quindi anche del Barbone Toy o Barboncino sono 5: bianco, nero, marrone, silver e fulvo

Le caratteristiche dei colori del barboncino, come da standard Enci:

Parte importata e fonte del documento: Enci.it (standard del barbone)

Pelo monocolore: nero, bianco, marrone, grigio, e fulvo.
Il marrone: deve essere deciso, abbastanza scuro, uniforme e caldo. Il beige e i suoi derivati più chiari non sono ammessi.
Il grigio: deve essere uniforme, di un tono deciso, né nerastro né biancastro.
Il fulvo deve essere un colore uniforme. Può andare da un fulvo chiaro a un fulvo rosso passando dal color arancio (albicocca). Palpebre, tartufo, labbra, gengive, palato, orifizi naturali, scroto e cuscinetti plantari, sono ben pigmentati. Per soggetti di un colore fulvo chiaro, tutta la pigmentazione dovrà essere il più possibile scura. 

Ti è piacito questo articolo? Se hai trovato utili queste informazioni condividile con altri appasioniti di questa meravigiosa razza.